Vuoi regalare o regalarti #unpodivita? Puoi già farlo!

Sei una mamma o un papà e il tuo bimbo richiede assistenza continuativa a domicilio? Oppure, nella tua cerchia di amici e familiari, conosci qualcuno che vive quotidianamente questa condizione? Se sì, il progetto #unpodivita ti aspetta!

#unpodivita – il primo progetto lanciato dalla neonata “La casa di sabbia – Onlus” – è pensato proprio per mamme, papà, fratelli e sorelle di bimbi colpiti da patologie fortemente invalidanti, la cui quotidianità finisce per ruotare attorno ai ritmi di cura e assistenza del figlio, del fratello o della sorella.

Grazie alla generosità di donatori ‘tradizionali’ e ‘virtuali’, in meno di un mese, #unpodivita ha già preso vita ed è pronto a sostenere le prime iniziative. Sono, infatti, già consistenti i contributi raccolti in euro e in bitcoin, tramite la piattaforma trasparente Helperbit, e stiamo aspettando solo di raccogliere le esigenze puntuali delle famiglie per regalare loro quel “po’ di vita” che manca forse da troppo tempo.

Così come le difficoltà dei bambini che necessitano di assistenza continuativa sono specifiche e non generalizzabili, anche le esigenze del nucleo familiare che li assiste possono essere le più diverse. Per questo, #unpodivita sostiene iniziative fortemente individualizzate che rispondano, caso per caso, ai bisogni di mamme, papà, fratelli e sorelle.

Ad esempio, avete altri figli che, a causa delle priorità che dovete affrontare per il vostro bambino disabile, non possono sfruttare appieno opportunità di crescita e socializzazione che vorreste assicurare loro? #unpodivita può sostenere iscrizioni a corsi sportivi, attività ricreative e di socializzazione dei vostri figli.

Oppure siete una coppia da anni concentrata sull’assistenza a vostro figlio disabile e non riuscite a dedicare un attimo a voi stessi o agli altri vostri figli? #unpodivita può sostenere il costo di personale qualificato che sia in grado di assistere in condizioni di sicurezza vostro figlio e regalarvi, così, quelle ore di svago e quei momenti di serenità che non riuscite più a ritagliarvi.

Dopo la prima raccolta, quella dei fondi, che continua con successo, #unpodivita lancia la seconda, e più importante, raccolta: quella delle esigenze e dei bisogni di mamme, papà, fratelli e sorelle che meritano attimi di sollievo e serenità.

Quale momento migliore del Natale per regalarvi o regalare a qualcuno a voi vicino #unpodivita?

Per farlo, basta contattare l’associazione “La casa di sabbia” attraverso il formulario disponibile nella pagina Contatti, chiamare o inviare un messaggio (sms, Whatsapp o Telegram) al numero 375 563 29 39 o tramite l’apposito pulsante della nostra pagina Facebook.

Condizioni di partecipazione

Tutte le risorse che abbiamo raccolto provengono da donazioni private, tuttavia ci teniamo a stabilire alcune regole per garantire la trasparenza e la chiarezza dell’iniziativa #unpodivita.

  1. I destinatari del progetto sono le famiglie al cui interno sono presenti bambini e ragazzi fino ai 18 anni di età con patologie fortemente invalidanti e che necessitano di alta intensità di cura.
  2. Il progetto per ogni famiglia è individuale per rispondere meglio alle esigenze e verrà concordato assieme.
  3. La spesa che sostiene il progetto consiste in:
  • assistenza specialistica a domicilio (ad esempio un’infermiera)
  • iscrizione a corsi, associazioni sportive, ecc. per i fratelli e le sorelle
  • attività ricreative per i fratelli da svolgere anche con i genitori.
  1. La durata e l’entità del contributo variano a seconda del progetto concordato con la famiglia e la disponibilità delle risorse dell’Associazione. In caso di elevato numero di richieste saranno preventivamente adottati dall’associazione dei criteri di selezione e di priorità.
  2. Tutte le spese sono pagate direttamente dall’associazione con mezzi di pagamento tracciabili ai singoli fornitori che dovranno emettere i necessari documenti giustificativi (fatture, ricevute, ecc.) nei confronti dell’associazione. La famiglia non dovrà anticipare nessuna spesa, ma limitarsi a contattare i fornitori e i prestatori di servizi.
  3. I dati delle famiglie che aderiscono al progetto #unpodivita non saranno divulgati.

Vi saremo molto grati se condividete questo post in rete per poter regalare #unpodivita a tante famiglie.

Leggete anche:

Chérie Faval.

 

 

One Comment

  1. Pingback: Libri da leggere prima di aprire un blog o per ritrovare la strada se ci siamo perse - Pasta Pizza Scones

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *