Contributi per le cure mediche fuori Regione Valle d’Aosta: la nostra proposta

C’è un tema che sta a cuore della nostra associazione in modo particolare ossia le cure mediche fuori regione che spesso i residenti in Valle d’Aosta devono affrontare per far fronte alle malattie che non sono curate in loco.

La Valle d’Aosta per ovvi motivi non può offrire la presa in carico e la cura di diverse malattie che sono seguite dagli ospedali di II livello (specialistici). Questo tema tocca gli adulti, ma ancora di più i bambini che per curarsi vanno spesso in Piemonte, Liguria, Lombardia o ancora più lontano.

Una malattia spesso colpisce all’improvviso, non si è mai abbastanza pronti per affrontarla e le conseguenze che comporta non sono solo per il paziente, ma anche per i suoi famigliari, che si trovano a dover gestire una situazione difficile dal punto di vista logistico e psicologico.

L’ha vissuto Sonia Furci quando sua figlia all’età di un anno ha affrontato il trapianto al cuore a Torino e per più mesi era in ospedale e successivamente più volte è tornata per i ricoveri di controllo. Questo evento inaspettato ha portato Sonia a creare nel 2014 l’associazione TUTTI UNITI PER YLENIA che oggi attraverso il progetto “Ti tengo per mano”, sostiene più di 120 famiglie valdostane che devono affrontare un trasferimento sanitario urgente, un trapianto o una lungodegenza in ospedali in altre Regioni per servizi sanitari che non sono presenti in Valle d’Aosta.

Ciò che fa l’associazione Tutti uniti per Ylenia è immenso! Un aiuto concreto ad un bisogno individuato e confermato dalla numerosità di richieste che non calano da parte dei cittadini.

Per non menzionare alcune raccolte pubbliche organizzate direttamente dai genitori che non riescono a far fronte alle importanti spese da affrontare con la malattia del figlio.

Altre Regioni prive di centri ospedalieri specialistici e periferiche (es. Sardegna) hanno previsto apposite sovvenzioni per contribuire, almeno parzialmente, alle ingenti spese che queste famiglie, già in condizioni precarie a causa della malattia, devono sostenere.

Contributi per le cure mediche fuori regione. La nostra proposta.

I soci dell’associazione La casa di sabbia ONLUS nella convinzione che la problematica necessiti di una risposta istituzionale che, accanto agli sforzi del terzo settore, assicuri un sostegno effettivo a chiunque versi temporaneamente o permanentemente in una situazione che lo costringa ad affrontare percorsi di cura fuori Valle, intendono farsi promotori di un’iniziativa legislativa popolare per l’approvazione di un testo legislativo che regoli organicamente la materia.

Abbiamo fatto il primissimo passo chiedendo agli uffici del Consiglio della Valle il sostegno per determinare il costo di questa proposta di legge il 15 maggio scorso l’Ufficio di Presidenza ha approvato una delibera con la quale da mandato ai suoi uffici di chiedere alla Regione i dati richiesti

Vi terremo aggiornati sui prossimi passi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *