Costruiamo e giochiamo insieme. Laboratorio inclusivo.

Immaginate che nella classe di una scuola c’è un bambino che non parla e non comunica tantissimo, ma è desideroso di partecipare, di imparare e di essere incluso. Quindi uno dei tanti bambini che oggi frequentano la scuola e necessitano di sostegno.

Immaginate che oggi grazie alle nuove tecnologie, alla creatività di chi sa usarle e di chi conosce bene l’alluno si possono creare dei percorsi di inclusione meravigliosi.

Immaginate che i compagni di classe progettano con e per l’alunno le attività più varie, utilizzando i vari strumenti che l’informatica mette a disposizione anche dei bambini in età scolare quali i linguaggi di programmazione visuale, i software open-source o i più svariati dispositivi di input. Combinando tutto questo si può, ad esempio, richiamare l’attenzione di un compagno toccando una foto o accendere un audiolibro prendendo per mano il proprio compagno di banco.

Makey Makey trasforma oggetti di uso quotidiano in dispositivi di controllo di un computer. sostituendosi a mouse e tastiera.

Nuove tecnologie e creatività

Tutto questo si può fare abbastanza facilmente e per questo motivo a fine settembre La casa di sabbia ha proposto alle scuole valdostane (primaria e medie) l’iniziativa “COSTRUIAMO E GIOCHIAMO INSIEME. LABORATORIO INCLUSIVO DI PROGRAMMAZIONE VISUALE” che è stata inclusa nel catalogo delle proposte formative predisposto dalla Sovraintendenza degli Studi della Regione Valle d’Aosta per tutte le scuole.

Gli obiettivi della nostra iniziativa sono lo sviluppo del pensiero computazionale e il rafforzamento delle abilità informatiche in un’ottica di progettazione inclusiva e accessibile, il tutto ovviamente progettato e realizzato mettendo al centro le esigenze del bambino con disabilità.

Maggiori dettagli della nostra iniziativa (che è gratuita per le scuole) li trovate qui:  COSTRUIAMO E GIOCHIAMO INSIEME. LABORATORIO INCLUSIVO DI PROGRAMMAZIONE VISUALE

Abbiamo già una scuola in Valle d’Aosta che ha aderito e siamo felicissimi di poter offrire questa esperienza, che anche per noi sarà la prima, e di costruire su misura un percorso innovativo e inclusivo per un’intera classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *